La segreteria è a vostra disposizione
dal Lunedì al Sabato dalle 8.00 alle 20.00 e
Domenica dalle 9.00 alle 13.00
Tel. 0444.235970

Sbiancamento-Slider-Cure.png

Sbiancamento Denti

Anche il viso più bello può essere rovinato da un sorriso macchiato.

Grazie alle nuove tecnologie di sbiancamento professionale offriamo ai nostri pazienti i risultati che desiderano.

Anche in caso di macchie resistenti e ipersensibilità dentinale, restituiamo un sorriso splendido. Così anche con sforzi minimi si può ottenere un ottimo sbiancamento.

 

PRENOTA LA TUA VISITA

 

Perché sbiancare i denti

Molti pazienti associano l’igiene orale allo sbiancamento, ma non è così.

Infatti una pulizia professionale rimuove le macchie, ma non può cambiare la tonalità di colore dei denti.

Collutori, dentifrici e trattamenti farmaceutici servono a mantenere l’effetto dello sbiancamento più a lungo. Ma non lo sostituiscono.

Per quanto riguarda i rimedi della nonna bisogna fare attenzione. Ad esempio lavare i denti con il bicarbonato troppo spesso, potrebbe danneggiare lo smalto in modo irreparabile.

 

Ci sono diverse cause per cui i denti cambiano colore, ecco quelle principali:

  • fumo, tè, caffè, vino rosso, liquirizia e altri alimenti pigmentati;
  • placca e tartaro;
  • il naturale processo di invecchiamento;
  • uso di antibiotici in tenera età;
  • traumi di vario tipo che possono portare i denti a diventare neri, grigi o marroni.

 

Ci sono diverse ragioni per fare lo sbiancamento:

  • per sentirsi più sicuri di se stessi;
  • per eventi importanti;
  • per sembrare più giovani.

 

Quando NON fare lo sbiancamento?

  • in presenza di parodontiti e gengiviti gravi;
  • in presenza di fratture;
  • in gravidanza;
  • durante particolari terapie farmacologiche;
  • in tenera età;
  • quando ci sono troppe otturazioni o corone in ceramica.


In ogni caso, prima di fare lo sbiancamento è indispensabile un trattamento di igiene professionale.

 

ZOOM-Before-After.jpg

 

 

Sbiancamento denti: ecco come funziona.

Esistono due tipologie di sbiancamento: domiciliare o professionale.

Entrambe utilizzano agenti sbiancanti a base di perossido, che risulta efficace perché è composto da ossigeno.

Quello che le distingue è la concentrazione di perossido: più elevata in quello professionale, minore in quello domiciliare.

Infatti, quando lo sbiancamento dei denti viene effettuato dal dentista, vengono isolati tessuti gengivali e mucose in modo da evitare fastidiose irritazioni.

 

Bleaching professionale

Questa procedura sfrutta l’azione di agenti sbiancanti chimici.

Gli sbiancanti più diffusi possono essere a base di perossido di idrogeno al 38% o di perossido di carbammide al 45%.

Il primo viene applicato direttamente sui denti e richiede 2 o 4 applicazioni da 15 minuti, il secondo viene applicato tramite delle mascherine e richiede 30 minuti.



Sbiancamento denti laser

In questo caso viene applicato un gel a base di perossido di idrogeno, direttamente sulla superficie dei denti. Il laser funge da attivatore del perossido e al rilascio dell’ossigeno che, penetrando nei tessuti dentali, elimina le macchie.

Lo sbiancamento è immediatamente visibile dopo la prima seduta e i risultati migliorano nei giorni successivi.

 

Sbiancamento denti Led

Tra le diverse luci utili allo sbiancamento dei denti, il led è quella più efficace perché, per quanto intensa, non produce calore. Per questo può essere direzionata sui denti senza provocare fastidio al paziente.

In un solo trattamento di poco più di un’ora, è possibile ottenere risultati evidenti e durevoli.

 

Philips_Zoom_WhiteSpeed_Lamphead.jpg

 

Philips zoom con lampada Whitespeed a led

In Oralee utilizziamo il sistema Philips Zoom: si caratterizza per la sua lampada Whitespeed che viene utilizzata con un gel sbiancante con perossido di idrogeno al 25%.

Fin dalla prima seduta, come dimostrato dai test clinici, i denti possono essere schiariti fino a 8 tonalità.

 

Whitespeed rappresenta l’evoluzione nell’ambito dello sbiancamento ed è uno dei sistemi più utilizzati dai dentisti di tutto il mondo. Ha regalato un sorriso più bianco a più di 4 milioni di persone.



A differenza dei trattamenti che non utilizzano queste lampade, i denti risultano più bianchi del 42% anche dopo 30 giorni.

Grazie alla funzione Intensity è possibile regolare l’intensità della luce emessa, sia all’inizio sia durante il trattamento.

 

 

Le fasi dello sbiancamento dei denti

 

Visita diagnostica

Prima di procedere con lo sbiancamento, viene fissata una visita con l’igienista per valutare la situazione dentale e lo stato di igiene orale del paziente. Se è necessario viene fissata una seduta di igiene orale, pre-trattamento sbiancante.

 

Seduta di sbiancamento

La seduta di sbiancamento ha una durata di circa 75 minuti e può schiarire i denti fino a 8 tonalità.

 

Durata dei risultati

Anche in questa cura, la motivazione del paziente è fondamentale per ottenere risultati più duraturi. Infatti, se lo sbiancamento viene rispettato con uno stile di vita corretto, normalmente gli effetti del trattamento dureranno per un paio di anni.



PRENOTA LA TUA VISITA