La segreteria è a vostra disposizione
dal Lunedì al Sabato dalle 8.00 alle 20.00 e
Domenica dalle 9.00 alle 13.00
Tel. 0444.235970

Spazzolino: come scegliere quello giusto?

Posted by Oralee on 18/06/19 10.11

Come scegliere lo spazzolino giusto

Come scegliere lo spazzolino giusto?

Spesso capita di scegliere uno spazzolino con le setole rigide solo perché ci dà la sensazione di pulizia più profonda: in realtà è solo più aggressivo e si rischia di creare danno alla gengiva.

Con l'articolo di oggi cercheremo di capire insieme quanto sia importante lo spazzolino da denti giusto e come scegliere quello più adatto a ciascuno di noi.

Quale tipo di spazzolino è più indicato?

Sono da prediligere gli spazzolini a setole morbide o di media durezza. La testina, inoltre, più è piccola e meglio arriva negli angoli più lontani come i molari posteriori.

Per un'igiene orale più approfondita si può affiancare allo spazzolino "classico" un ulteriore spazzolino chiamato "monociuffo": questo ha una testina più piccola e rotonda che consente di arrivare ovunque. E' molto utile per chi ha impianti, apparecchi ortodontici e per una più accurata pulizia del bordo gengivale.

L'igiene quotidiana della bocca è assicurata non dall'energia impiegata nello sfregamento ma dal giusto movimento e dal tempo medio di spazzolamento, che non deve essere inferiore ai 2 minuti.

...e lo spazzolino elettrico?

Una valida alternativa per la propria igiene orale è rappresentata dallo spazzolino elettrico.
Ne esistono di varie tipologie, sia per quanto riguarda la misura della testina (che può essere classica o rotonda) sia per quanto riguarda il movimento che effettuano:

  • Rotante o oscillante: simula il movimento con cui ci si lava i denti manualmente. E' molto comodo anche per i bambini o per chi ha poca manualità
  • Pulsante: è una funzione extra di quello descritto sopra. Aiuta, con un movimento che va avanti e indietro, nella rimozione della placca
  • Sonico: è l'ultima generazione. Il movimento dello spazzolino crea un'azione pulente, producendo delle microbolle che agiscono negli spazi interdentali e lungo il bordo gengivale

La scelta dello spazzolino corretto andrebbe comunque sempre presa assieme al proprio Igienista dentale.
Questa figura professionale ha il compito di valutare la soluzione più idonea per ogni paziente. Ogni presidio (quale è lo spazzolino) va spiegato durante la seduta di igiene, motivandone l'utilizzo affinché il paziente sia consapevole dei benefici che ne deriveranno dall'uso quotidiano.

3 suggerimenti per l'igiene del tuo spazzolino

  1. Sciacqua bene lo spazzolino prima e dopo ogni utilizzo

  2. Dopo aver usato lo spazzolino è abitudine comune metterlo dentro un bicchiere.
    Ricorda però di pulire regolarmente il recipiente perché è nel fondo dove si deposita lo sporco che può contaminare lo spazzolino
  3. Se userete lo spazzolino regolarmente, noterete che dopo 2/3 mesi le setole tenderanno ad allargarsi come i petali di un fiore.
    Questa “fioritura” sarà il segnale che ci indica il momento giusto per sostituirlo, manuale o elettrico che sia

Se vuoi maggiori informazioni o vuoi prenotare una seduta di igiene orale, fondamentale per preservare la salute della bocca, clicca qui sotto:

PRENOTA LA TUA VISITA

Topics: Igiene orale

Oralee va oltre il sorriso,

anche con il blog.

Lavoriamo (anche) per tenervi informati sui topic più rilevanti per la salute orale.

I testi sono approvati dai nostri dentisti, che si aggiornano costantemente grazie a corsi di perfezionamento prestigiosi. 

 

Iscriviti per ricevere aggiornamenti periodici.

Ultimi post